SALUTE MENTALE

L’area salute mentale traduce gli orientamenti della cooperativa ponendo al centro della riabilitazione e dell’intervento con le persone affette da disturbi psichiatrici il concetto di recovery, inteso come processo in cui sono le persone stesse che diventano agenti in prima persona del loro percorso di guarigione, di autodeterminazione di empowerment. Questo implica l’attivazione di servizi, siano essi residenziali, semiresidenziali, domiciliari, flessibili e integrati volti a favorire l’espressione delle potenzialità soggettive dell’utente. Inoltre l’area salute mentale, laddove intercetta bisogni non inquadrabili dentro un quadro di servizi standard, si fa promotore e quando possibile realizzatore di risposte innovative. Questo è reso possibile da un sistema di risorse umane altamente formato e organizzato sull’area nella sua complessità e non sui singoli presidi.

In qualità di Ente Privato Accreditato la scelta è di utilizzare le risorse proprie a favore dei cittadini della Provincia di Lecco e di collaborare con il DSM per potenziare la rete di offerta, questo anche laddove il rapporto economico non è sempre favorevole.

L’area è considerata strategica perché opera in stretta integrazione con i servizi sanitari istituzionali, portando innovazione e flessibilità nell’offerta di cura, grazie all’accreditamento di servizi per la salute mentale. E’ chiamata a sviluppare risposte ai bisogni emergenti e attivare servizi sperimentali anticipando le indicazioni normative e valorizzando la sua natura sociale integrata con le competenze sanitarie specifiche.

SERVIZI

GESTIONE DEI SERVIZI SOCIO – ASSISTENZIALI PER LA SALUTE MENTALE DELL’ AZIENDA OSPEDALIERA DI LECCO

– Casa del Lago – comunità protetta a media intensità, Garlate
– Le Orme – comunità riabilitativa a media intensità, Casatenovo
– Centro diurno psichiatrico, Lecco
– Programmi innovativi
– Servizio educativo territoriale
– Programmi di Residenzialità Leggera:

  • La Casetta, Lecco
  • Condominio Paradiso, Casatenovo
  • Casa Ruegg, Calolziocorte
  • La Corte, Cernusco Lombardone
  • Casa Madre Laura, Merate

RESIDENZIALITA’ LEGGERA

  • Castello Solidale, Cesana Brianza
  • Il Borgo, Olginate

I programmi di Residenzialità Leggera, che vengono realizzati negli appartamenti, permettono di sperimentare percorsi di autonomia in un ambiente ancora ritenuto protetto, in quanto è previsto un sostegno ed accompagnamento individualizzato. L’obiettivo principale è quello di sperimentare un modello di gestione flessibile e funzionale al bisogno dei pazienti, non entrando o rimanendo in percorsi di cronicità e di dipendenza. Da un punto di vista economico è prevista una compartecipazione sostenibile da parte dell’ospite. E’ garantita un’équipe multiprofessionale per un’assistenza educativa e di supporto e percorsi di socializzazione e di animazione del tempo libero.

Il “Castello Solidale” è un gruppo di appartamenti in cui, a partire del 1 gennaio 2009, si realizzano 7 programmi di Residenzialità leggera accreditati. Si trova a Cesana Brianza (LC) ed è costituito da tre bilocali da due posti letto ciascuno ed un ampio monolocale. Gli appartamenti sono destinati all’inserimento di persone con disagio psichico con un quadro clinico stabilizzato, che non abbiano più la possibilità di rimanere al proprio domicilio o che siano inseriti in comunità residenziali da lunghi periodi.

Il “Borgo” è un gruppo di appartamenti in cui, a partire da aprile 2009, si realizzano 4 programmi di Residenzialità leggera accreditati. Si trova ad Olginate (LC) ed è costituito da due bilocali da due posti ciascuno.

Cell. 335.5328180
info@larcobaleno.coop

HOUSING SOCIALE

  • Via Pergola, Lecco
  • Castello solidale, Cesana Brianza

ASSISTENZA DOMICILIARE PER SOGGETTI CON DISAGIO PSICHICO

CASA SARA

Casa Sara è una casa alloggio per la salute mentale, con due ore di assistenza educativa giornaliera, per soggetti adulti di sesso maschile con problemi di natura psichiatrica.

La Casa Alloggio nasce in modo integrato e come sviluppo di un altro servizio residenziale quale quello offerto dalla comunità socio-assistenziale Casa Abramo, mantenendo però autonomia e caratteristiche proprie. Casa Sara è uno spazio in cui i soggetti inseriti possono, attraverso un accompagnamento individualizzato, sperimentarsi in un ambiente ancora ritenuto protetto, ma corrispondente ad un ambiente che richiama, nella sua struttura e nelle modalità gestionali, la normale abitazione civile.

L’obiettivo è l’evoluzione di capacità che al momento dell’ingresso della persona in casa alloggio sono residuali e non sviluppate e che sono causa delle continue espressioni di bisogni di assistenza e di accudimento. L’ingresso in comunità è subordinato alla presentazione della persona da parte delle Unità Operative di Psichiatria e/o dai Centri Psico Sociali.

Il tempo di permanenza è determinato dal raggiungimento degli obiettivi indicati nel progetto educativo. Il metodo di lavoro educativo ha come riferimento il modello integrato e si specifica operativamente, nella costruzione di progetti individuali e di gruppo nelle seguenti aree:

  1. area personale
  2. area relazionale
  3. area culturale

L’organizzazione interna prevede che il personale assegnato alla gestione della Casa Alloggio sia:

  1. Un responsabile
  2. Un educatore professionale
  3. Uno psichiatra della struttura

Via Montalbano 9, Lecco
Cell. 335/5327307
casa.sara@larcobaleno.coop

PROGETTI
Avada Admin

Laboratori

Le attività dei laboratori offrono la possibilità attraverso un progetto di riabilitazione di valorizzare il partecipante nell’espressione di abilità e risorse creative. L’attività promuove le potenzialità creative, manuali, corporee e artistiche, affinché la persona possa trovare un codice e un linguaggio comunicativo e  gratificante per sé.  (continua a leggere)

Housing sociale psichiatria

QUATTRO E MEZZA: SPESA FATTA! Presa fuori contesto questa frase che fa da titolo significa poco, ma può essere sfruttata a riassunto dell’evoluzione che, nel mese di giugno del 2012, si concretizzerà con il passaggio di un gruppo di tre persone, attualmente ospiti presso un appartamento di via Pergola a Lecco in un progetto di Residenzialità Leggera, ad un programma di housing sociale sempre nello stesso condominio ma in un appartamento più moderno e funzionale.  (continua a leggere)

COMUNITA’ KAIROS

La finalità della Comunità Terapeutica Kairos è quello di offrire un luogo di cura, crescita e condivisione dove la crisi espressa attraverso differenti manifestazioni psicopatologiche, possa essere accolta e possa assumere un orizzonte di senso.

La comunità è uno spazio dove la dimensione di gruppo, l’aspetto della residenzialità e della quotidianità permettono di integrare gli interventi terapeutici, educativi e riabilitativi, promuovendo la ripresa dei naturali processi evolutivi dell’adolescente.

All’interno della unità di offerta presentate, le finalità concorrano a far si che:

  • il minore possa trovare nel gruppo (utenti/operatori) un luogo affettivo di riferimento stabile, in cui sia possibile rimettere in gioco relazioni con i coetanei, con l’ambiente circostante, con le figure adulte
  • il minore, utilizzando le potenzialità curative proprie del gruppo e gli strumenti terapeutici ed educativi messi a disposizione, possa  da permettere la preparazione ad un ritorno in famiglia ed al contesto ambientale di provenienza
  • il minore possa sperimentare gradualmente nuove forme di autonomia
  • la famiglia e il contesto familiare allargato siano coinvolti nel progetto riabilitativo, a partire dalla fase di inserimento fino alla dimissione, con appositi strumenti di supporto
  • durante la permanenza in comunità si valorizzeranno le risorse del territorio, al fine di condividere e co-costruire il percorso di cura.

DESTINATARI

L’intervento terapeutico si rivolge ad 8 adolescenti di sesso maschile o femminile di età compresa tra i 12 e i 18 anni, che presentino:

  • Disturbi della Condotta
  • Disturbi Misti della Condotta e della sfera emozionale
  • Sindromi e disturbi della sfera emozionale con esordio caratteristico nell’infanzia
  • Disturbi del funzionamento sociale con esordio specifico nell’Infanzia e nell’Adolescenza
  • Altri disturbi comportamentali ed emozionali con esordio abituale nell’infanzia e nell’adolescenza
  • Psicosi
  • Disturbi di Personalità

La diagnosi da sola non è sufficiente per porre l’indicazione ad una residenzialità terapeutica, e deve quindi essere associata ad una o più delle seguenti condizioni:

  • necessità per periodi brevi/medi di una diversa collocazione abitativa per l’impossibilità di gestire l’insieme delle situazioni socio – relazionali, per la presenza di forti conflitti del nucleo familiare, per la mancanza di un tessuto sociale all’interno della comunità locale in grado di supportare i momenti critici, per la presenza di forti meccanismi espulsivi
  • provvedimenti di allontanamento disposti dal Tribunale per i Minori

COMPOSIZIONE D’EQUIPE

  • Psichiatra/neuropsichiatra
  • Psicologo clinico
  • Assistente sociale
  • Infermiere
  • Terapista della riabilitazione psichiatrica e/o educatore
  • Operatore Socio Sanitario
  • Maestri d’Arte e Psicomotricisti

I servizi e le prestazioni erogate dalla Comunità Terapeutica Kairos si articolano in:

  • Assistenza di base
  • Ristorazione e lavanderia
  • Servizi amministrativi e Segretariato Sociale
  • Offerta medico psichiatrica
  • Offerta psicologica
  • Offerta riabilitativa

OFFERTA RIABILITATIVA

L’offerta riabilitativa si baserà su un attento lavoro di progettazione che consente la conoscenza della persona nel suo insieme, per passare poi alla definizione degli obiettivi, alle metodologie e solo infine alle tecniche, al fare e alle attività.

Lo strumento privilegiato per la costruzione del percorso di cura è il PTRP (Progetto Terapeutico Riabilitativo Personalizzato) utile ad individuare gli obiettivi dell’intervento. In una prima fase si definirà il profilo funzionale del paziente focalizzandosi sulle sue risorse per iniziare il lavoro riabilitativo. Si procederà, poi a livello di èquipe, alla formulazione degli obiettivi per realizzare le finalità del progetto e alla definizione dei tempi di verifica.

Altri strumenti utili al lavoro riabilitativo con gli adolescenti saranno: attività individuali e/o attività di gruppo svolte sia all’interno che all’esterno della comunità.

Tale lavoro riguarderà le seguenti aree, in base ai bisogni, alle risorse e ai desideri individuati:

  • Area Riabilitativa: interventi strutturati di abilitazione psicosociale, finalizzati al recupero delle abilità di base interpersonali e sociali e al reinserimento del paziente nel suo contesto di origine;
  • Attività per la Cura di Sè e dell’ambiente di Vita: supportare il ragazzo nel mantenimento della propria salute fisica: ciò comprende l’alimentazione, l’aspetto corporeo e la propria stanza;
  • Attività per la Convivenza: sia dal punto di vista organizzativo (turni nella gestione della vita comunitaria a livello pratico) che dal punto di vista relazionale (possibilità di confronto in spazi di riunione di gruppo, rispetto delle regole);
  • Attività psico – educativa (individuale o di gruppo): legata alla conoscenza della propria patologia, ai sintomi ed alla loro gestione, al riconoscimento dei segnali precoci di crisi; social skill training: intervento di psicoeducazione e di esercitazione pratica sulle abilità sociali utilizzando tecniche cognitivo-comportamentali quali role playing, modelling e prompting; al fine di rinforzare il senso di autoefficacia ed aumentare l’autostima del ragazzo all’interno di uno spazio che sia protetto ed al contempo dia anche l’opportunità di un confronto fra pari;
  • Attività per il sostegno scolastico e/o formativo/lavorativo: orientamento alla formazione o supporto scolastico, affiancamento nel percorso socio-lavorativo, in stretta connessione con le agenzie del territorio interessate;
  • Area di Risocializzazione: interventi di promozione delle competenze relazionali e di socializzazione, partecipazione ad attività comunitarie, scolastiche e altre attività di gruppo;
  • Attività espressive: la danza, la musica, l’arte al fine di promuovere l’espressione della corporeità e del mondo interiore delle emozioni;
  • Attività ludico-motorie: il gioco, lo sport come mediatore della relazione in gruppo, di promozione di un armonico sviluppo di crescita, di strutturazione del tempo libero oltre che di scoperta dei propri interessi.

L’ottica in cui verranno attuati gli interventi riabilitativi sarà quella di seguire ed incoraggiare gli spunti naturali del ragazzo privilegiando lo spazio esterno alla comunità e la territorialità come obiettivo da raggiungere, come setting in cui sperimentarsi, come luogo dove mobilizzare le proprie capacità adattative.

 

Via Italia Libera n. 3 Nibionno (Lc)
Tel. 031 2286257
ctrkairos@larcobaleno.coop

CARTA DEI SERVIZI (scarica il pdf)

DOWNLOAD

Bilancio Sociale

SCARICA PDF

Codice Etico

SCARICA PDF

Modello Organizzativo

SCARICA PDF

Segnalazione all’Odv

SCARICA PDF